Sfida

Il nemico gli teneva dietro implacabilmente. Eater era troppo impegnato a rispondere colpo su colpo per pensare che l’avversario che aveva di fronte era colei che gli aveva insegnato tutto. Non c’era spazio per i sentimenti, e decise che non la avrebbe neanche chiamata nel solito modo. Mary, sarebbe stata Mary e basta.
“Dai, Eater, arrenditi, non c’è niente che tu sai che io non sappia cento volte meglio!”
“Non contarci Mary” rispose lui mentre si impadroniva del disintegratore regolandolo alla massima intensità.
Ma in breve lei lo aveva distanziato, e lui dovette faticare per cercare di recuperare il terreno perduto. Nonostante l’età, Mary era ancora in grado di maneggiare con destrezza dal coltello alla frusta, fino ai congegni più moderni e tecnologici come il disintegratore ad ultrasuoni.
Si persero di vista. Il corriere con le droghe era in ritardo, ed Eater imprecò. La droga era fondamentale per la riuscita dell’operazione.
Non era la prima volta che accettava una simile sfida, ma con Mary le cose erano molto più difficili. Batterla sarebbe stato il coronamento della sua carriera.

Il tempo era scaduto, e Jim si affacciò dalla porta della cucina: “E’ pronto questo montone al curry? Guarda Eater che se anche il tuo fosse più buono di quello di tua madre non te lo diremo mai!”
“Il vostro dovrà essere un giudizio imparziale, altrimenti la scommessa non avrà valore! Jim, per favore, passami i piatti che il disintegratore ha appena pulito. Sei pronta mamma?”
“Certo”, fece Mary sistemando il suo vassoio, “non credere che l’essere cuoco della mensa governativa ti aiuterà a battermi…”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

il Jazz ascoltato nei club romani

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: